Scavo Viale Diaz ad Enna, Dipietro: “Costante azione di sollecito per la soluzione”

Scavo in Viale Diaz ad Enna

“Il Comune di Enna sta esercitando, da tempo, un’azione costante di sollecito al fine di giungere in tempi brevi alla soluzione della vicenda dello scavo esistente in Viale Diaz, di fronte all’Agenzia del Territorio”. Con queste parole il Sindaco di Enna Maurizio Dipietro commenta l’iter amministrativo che dovrà portare a conclusione la vicenda che riguarda lo scavo tuttora in essere in Viale Diaz e che interessa i serbatoi interrati del cosiddetto Palazzo delle Finanze.

PUBBLICITÀ

“Nell’aprile di quest’anno – spiega l’assessore ai lavori pubblici Francesco Alloro – considerata l’inattività da parte della direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate, abbiamo provveduto a diffidare la stessa direzione ad iniziare i lavori di bonifica e manutenzione dei serbatoi, nonché al ripristino dello stato dei luoghi. A tale diffida, alla quale è stato dato riscontro da parte dell’Agenzia delle Entrate con la comunicazione di avvenuto accertamento della conformità ambientale del suolo e del sottosuolo dell’area interessata dallo scavo, è seguito un primo sollecito, in data 23/05/2022”.

“L’esito dell’accertamento – continua Alloro – ha rilevato un evento potenzialmente in grado di contaminare il suolo e, pertanto, l’Agenzia delle Entrate, ha attivato, in data 17/06/2022, la procedura prevista dalla normativa vigente in questi casi, comunicando al Comune di Enna che avrebbe provveduto, a breve, ad adempiere ai conseguenti obblighi di bonifica del sito, nonché alla chiusura dello scavo e al ripristino dei luoghi. In data 29/06/2022 l’Ufficio Tecnico Comunale ha nuovamente sollecitato l’Agenzia, tenuto conto che l’area versa in condizioni non decorose da un eccessivo lasso di tempo”.

“Infine – conclude l’assessore Alloro – la stessa Agenzia delle Entrate, in data 21/07/2022, ha comunicato di avere avviato la relativa procedura di affidamento che, tuttavia, sta richiedendo una tempistica prolungata, a causa della specificità delle attività da mettere in atto e al conseguente impegno di spesa”.

“Appare evidente – commenta ancora il Sindaco Dipietro – che da parte nostra c’è stato e continuerà ad esserci il massimo impegno affinché al più presto i luoghi vengano ripristinati eliminando ogni possibile pericolo per la pubblica incolumità e per l’ambiente”.