Rifiuti: la deputata Eliana Longi nominata componente della commissione bicamerale di inchiesta

Commissione parlamentare bicamerale di inchiesta
PUBBLICITÀ    

La deputata di Fratelli d’Italia Eliana Longi è stata nominata componente della commissione parlamentare bicamerale di “Inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su altri illeciti ambientali ad esse correlati”, già operante dalla XIII legislatura, ricostruita con legge 10 maggio 2023, n. 53, che si è insediata oggi presso Palazzo San Macuto a Roma.

PUBBLICITÀ    

Le funzioni già previste nella scorsa legislatura riguardano indagini sul traffico illecito di rifiuti, attività illecite relative ai siti inquinati e sulla mancata attività di depurazione delle acque, la gestione dei rifiuti radioattivi, sulle attività illecite legate al fenomeno degli incendi.

All’attuale commissione sono attribuite nuove competenze: indagare sull’esistenza di eventuali illeciti connessi allo smaltimento degli impianti per la produzione di energia rinnovabile, cosiddetti «rifiuti emergenti»; indagare sull’esistenza di attività illecite nel settore agricolo e agroalimentare; indagare sulle attività illecite legate al fenomeno delle zoomafie e sugli illeciti relativi all’uccisione e al maltrattamento di animali.

L’Onorevole Longi ha espresso soddisfazione per la nomina.

“Mi impegnerò nel nuovo incarico parlamentare con entusiasmo e dedizione” ha affermato la deputata, competente in materia grazie al suo percorso accademico in economia ambientale, ponendosi da subito a disposizione del territorio.

La parlamentare ha lanciato un appello agli amministratori locali siciliani: “Invito i Sindaci siciliani a trovare soluzioni condivise e a lavorare in sinergia, per risolvere i gravi problemi ambientali che affliggono la nostra regione: la difficile situazione dei rifiuti e la gestione delle discariche, la piaga degli incendi, gli sversamenti illegali, le micro-discariche abusive e la mancata depurazione delle acque”.

PUBBLICITÀ