Operazione Ultra. Anche Giarrizzo (M5S) chiede chiarezza al sindaco di Barrafranca

“Il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi, indagato per tentativo di corruzione con l’aggravante mafiosa, faccia urgentemente chiarezza per rispetto dei cittadini e del ruolo che ricopre nelle Istituzioni, allontanando il sospetto di possibili infiltrazioni mafiose all’interno del Comune dell’Ennese”. Lo chiede a gran voce il deputato del Movimento 5 Stelle Andrea Giarrizzo.

“Il silenzio assordante di questi giorni da parte del primo cittadino Accardi, – continua il parlamentare – in merito all’avviso di garanzia notificatogli nell’ambito dell’operazione condotta dalla Procura di Caltanissetta – Direzione Distrettuale Antimafia, dai Carabinieri del R.O.S. e dal Comando Provinciale di Enna, ma anche in considerazione della richiesta di dimissioni avanzata dai consiglieri del Movimento 5 Stelle di Barrafranca e dalle altre opposizioni proprio nelle scorse ore, non è più ammissibile”.
“Infine, – conclude Giarrizzo – voglio ringraziare la Magistratura e le Forze dell’Ordine per l’impegno che viene profuso quotidianamente a difesa del nostro territorio e, quindi, per la mole di lavoro espletato nell’ambito dell’operazione Ultra che ha portato agli arresti di 46 persone per reati che vanno dall’associazione a delinquere di stampo mafioso finalizzata all’estorsione aggravata, al traffico e smercio di stupefacenti, alla corruzione aggravata”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com