Morto sul lavoro a Enna, Ugl: “Tragedia inaccettabile”

Paolo Capone

“Esprimo il cordoglio dell’UGL alla famiglia dell’operaio deceduto dopo il terribile incidente avvenuto lungo l’autostrada A19 Palermo-Catania, all’altezza di Enna, precipitato da un ponteggio da un’altezza di circa 5 metri. Ogni giorno registriamo incidenti mortali sul lavoro e questo è l’ennesimo dramma che non può passare come mera fatalità. In tal senso chiediamo alle istituzioni nazionali e locali di intervenire intensificando i controlli e rafforzando la formazione dei lavoratori riguardo la sicurezza sui luoghi di lavoro per prevenire simili tragedie. Con il tour ‘Lavorare per vivere’, l’UGL ha voluto sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni proprio sul fenomeno delle morti bianche”.

Lo hanno dichiarato in una nota congiunta Paolo Capone, segretario generale dell’UGL, e Giuseppe Messina, segretario regionale UGL Sicilia, in merito all’infortunio sul lavoro nei pressi di Enna in cui ha perso la vita un operaio.