Gela: continuano i controlli nelle zone dove si sono registrati con maggiore frequenza episodi criminosi.

In relazione alla recrudescenza di episodi criminosi e danneggiamenti seguiti da incendi avvenuti nel territorio di Gela, allo scopo di imprimere ogni possibile impulso all’attività di prevenzione generale, continuano i servizi straordinari di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato disposti dal Prefetto Chiara Armenia in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 28 aprile scorso.

Dal 2 al all’8 maggio, la Polizia di Stato, con l’impiego di equipaggi del Commissariato di Gela, della Divisione Amministrativa della Questura, della Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo ha proceduto al controllo di 845 persone e 406 veicoli, eseguito controlli a 95 soggetti sottoposti a misure restrittive e a 6 esercizi commerciali. In generale è stata svolta una capillare vigilanza delle zone dove si sono registrati con maggiore frequenza episodi criminosi, concentrando per ore tutte le pattuglie nello stesso quartiere onde effettuare un controllo particolarmente approfondito. Nel corso di tale attività sono state eseguite 6 perquisizioni ed elevate 27 sanzioni al codice della strada e di natura amministrativa. Sospesa temporaneamente la licenza a un bar ex art.100 tulps poiché frequente ritrovo di pregiudicati. Eseguito un ordine di carcerazione per espiazione di pena definitiva e una misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa. I predetti servizi preventivi sul territorio gelese proseguiranno nelle prossime settimane.