Forum Enna 2030: si è insediato stamane il coordinamento

Maurizio Dipietro

Dopo l’assemblea costituente del primo ottobre oggi si è riunito il coordinamento del “Forum Enna 2030” composto complessivamente da 11 rappresentanti così suddiviso in categorie: Maurizio Dipietro, Salvatore La Spina e Salvatore Messina, rispettivamente sindaci dei comuni di Enna, Centuripe e Pietraperzia in rappresentanza dei 16 sindaci aderenti; Antonio Malaguarnera (Cgil) per le tre organizzazioni sindacali; Santo Li Volsi (Confesercenti); Angela Maccarrone (Confartigianato), Primavera Massimo (Coldiretti), Debora Colicchia (Legacoop) per le associazioni datoriali; a rappresentare la società civile e gli enti aderenti Carlo Garofalo (Comitati Cittadini Ennesi) e Piero Patti (Ente Parco Floristella) e, infine, Paolo Gargaglione per i presidenti dei consigli comunali.

All’incontro di oggi, al fine di condividere la scelta dei sindaci rappresentanti, sono stati invitati i primi cittadini di tutti i comuni che liberamente hanno aderito all’iniziativa portata avanti dal Forum, ai quali negli scorsi giorni si sono aggiunti tra l’altro i comuni di Villarosa e Valguarnera, arrivando a 16 comuni aderenti.

Durante il costruttivo dibattito di oggi, al quale sono intervenuti ben dieci dei 16 aderenti, il sindaco di Gagliano, Salvatore Zappulla, ha proposto di avviare una comunicazione continua tra i sindaci per avere una linea unica, il primo cittadino di Enna Maurizio Dipietro ha suggerito di allargare il Forum alla vicina provincia di Caltanissetta, con la quale in passato il Comune ha già interagito per progetti condivisi.

Il Forum, ricordiamo, nasce come organo consultivo, di concertazione e di promozione che si impegna sui temi e sui principi di uno sviluppo sostenibile per l’intero territorio, con l’intento di rappresentare un luogo di confronto pubblico di tutte le istituzioni ad esso aderenti sui principi e sui temi dello sviluppo locale. E si impegna nella programmazione, attuazione e monitoraggio di tutti gli interventi di sviluppo previsti dalle norme comunitarie e dalla legislazione nazionale e della regione siciliana, emanate o da emanare.

Il coordinamento si è aggiornato a lunedì 25 ottobre alle ore 10 con un incontro in presenza alla Sala Cerere per la nomina del portavoce del Forum, la definizione delle aree tematiche e le modalità operative.