Enna: tutti i premiati dei concorsi Fontanazza e Lombardo

Le scuole premiate

Le scuole di Enna si impegnano per portare avanti concretamente azioni di pace e per dire stop alla guerra. Nella ricorrenza della Festa dell’Europa, gli istituti scolastici della città si sono ritrovati al Teatro Garibaldi questa mattina per la manifestazione d’apertura della sedicesima edizione della Settimana Europea Federiciana e attraverso poesie, saggi, recital, esibizioni musicali e video hanno detto a gran voce “Siamo cittadini europei”.

“Straordinario colpo d’occhio oggi vedere i ragazzi di tutte le scuole di Enna uniti nella diversità e godere dei loro talenti e della loro creatività – ha affermato Cettina Rosso – questo è il sogno di un’Europa unita ideata da Federico II e voluta dai padri fondatori dell’Unione Europea”.

Per il sindaco Dipietro: “Manifestazioni come questa sono un segnale importante per la cultura della pace nel mondo e per coinvolgere gli studenti nella vita della comunità europea”.

Giornata di premiazione del concorso Europa dedicato a Edoardo Fontanazza e al premio speciale Rocco Lombardo, ha visto la presenza della presidente della Casa d’Europa Cettina Rosso, il sindaco di Enna Maurizio Dipietro, gli assessori comunali Rosalinda Campanile e Giovanni Contino, lo staff della Settimana Europea Federiciana, decine di studenti, docenti e dirigenti scolastici, accanto alle famiglie Fontanazza e Lombardo.

Applaudita l’esibizione degli alunni della scuola media Garibaldi dell’Istituto comprensivo De Amicis di Enna, guidati dalla docente Filippa Ilardo, con il recital “Federico all’inferno”, parodia della Divina Commedia e riadattamento dello spettacolo “Dannati e contenti” già presentato al pubblico lo scorso anno dallo stesso gruppo.

Ovazione per gli allievi del liceo musicale dell’Istituto di istruzione superiore Napoleone Colajanni di Enna, che hanno voluto proporre un programma che ha spaziato dalla musica medievale a quella romantica e dalla musica contemporanea e quella popolare. Su espressa richiesta di Cettina Rosso, i ragazzi hanno eseguito “Cuntu Napoleone Colajanni”, scritto e musicato per gli studenti da Mario Incudine in occasione del centenario della morte del celebre statista ed eseguito stamane dall’ensemble di voci, percussioni e pianoforte. Presente la docente referente Giovanna Fussone e i colleghi Francesco Argento, Gianmario Baleno, Katia Giuffrida e Vincenzo Indovino con la dirigente scolastica Maria Silvia Messina.

Tante le targhe e i premi in denaro assegnati agli studenti che hanno risposto al bando “Unità nella diversità. Dal quartiere dove vivi all’Europa, luogo ideale di pace e di solidarietà tra i popoli. Un lungo percorso per costruire una comunità di destino”.

Per il Premio Europa “Edoardo Fontanazza” nella sezione scuole di primo grado, sono stati premiati gli alunni della classe 2C della scuola media Garibaldi a indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo De Amicis di Enna, diretto da Filippo Gervasi, che hanno realizzato un video con un adattamento dell’”Inno alla Gioia” di Beethoven eseguito dagli stessi studenti e delle riflessioni sulla storia e la politica di Federico II. Gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti referenti Antonella Passione e Concetta Romano, e dai professori di strumento musicale Lucio Giunta, Stefano Termini, Francesco Marasà ed Elisabetta Russo.

La motivazione del premio è la seguente: “Video ben congegnato, prezioso per la testimonianza musicale, culturale e storica che va dal periodo federiciano ai nostri giorni. La rappresentazione dei quartieri di Enna, accompagnata dalla maestria musicale, ha sottolineato il valore umano e sociale della convivenza anche nella diversità e dato spazio al concetto universale di pace e fratellanza”.

Per il premio Fontanazza nella sezione scuole di secondo grado, premiati gli alunni dell’istituto professionale statale Federico II Simone Andolina, Lorenzo Bellomo e Giuseppe Perticaro della classe 4D, assieme a Giuseppe Di Blasi della 4F e Cristian Stivala della 1C. Tutti sono autori di poesie. Gli studenti sono stati seguiti dalle docenti Rosalba Russo e Giovanna Laquadra sotto la supervisione del dirigente scolastico Fernando Cipriano. La giuria ha deciso di premiarli per “le riflessioni personali che creano attraverso l’espressività una suggestione accattivante tale da rendere chi legge partecipe e interlocutore di eventi e idee. La tematica proposta è ben evidenziata e costituisce una tappa di continuità degli ideali di pace e solidarietà propugnati da Federico II e fortemente affermati e desiderati oggi”.

Per il Premio speciale “Rocco Lombardo”, assegnato agli studenti che si sono distinti per meriti di approfondimento nell’ambito della ricerca storica federiciana, premiati gli alunni della classe 3C del liceo scientifico Pietro Farinato di Enna, diretto da Lucia Lomonico. Gli studenti hanno realizzato un video dal titolo “Federico II. La sua vita e la sua influenza a Enna”, guidati dalla docente Lucrezia La Paglia. Ecco la motivazione del premio: “Video innovativo nella sua struttura grafica ben definita. Suggestivo e accattivante nelle immagini, ha la capacità di presentare e descrivere gli aspetti più significativi della vita dell’imperatore. Accurata e precisa la ricerca documentaria”.

Menzioni speciali sono andate agli alunni delle classi 3A e 3C della scuola media Pascoli dell’Istituto comprensivo Santa Chiara di Enna per la poesia “Oltre me solo te” e per il saggio “Troppo grande per rimanere in ombra. Ricordando Rocco Lombardo”. Gli studenti sono stati accompagnati dalle docenti referenti Stella Romano e Lina Caltagirone e dalla dirigente scolastica Maria Concetta Messina.

Attestati di stima sono stati consegnati infine agli studenti del liceo artistico Cascio di Enna per aver curato gli allestimenti in tema medievale delle vetrine dei negozi del centro storico della città e le riproduzioni di gioielli medievali esposte alla Torre di Federico. Attestato anche agli studenti dell’istituto comprensivo De Amicis e dell’istituto comprensivo Neglia-Savarese per la loro partecipazione alla Festa dell’Europa e al corteo storico federiciano.