Enna: prenotazioni vaccino anti-Covid, i nostri lettori segnalano disservizi

Parte con qualche disservizio la campagna di vaccinazione anti-Covid dedicata agli ultra ottantenni, nati dal 1940. Diverse le segnalazioni giunte nella nostra redazione da parte di lettori che denunciano l’impossibilità di mettersi in contatto con i numeri forniti dall’Asp, per prenotare a nome anche di genitori e nonni.

L’Asp – nella nota – precisava che, in via eccezionale, il call center sarebbe stato aperto anche sabato 9 gennaio dalle 8.15 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00.  Ma il numero verde 800.679977 sembrava non essere attivo. Come ci hanno riferito “risultava muto”. Mentre il numero fisso 0935.520810, suonava a vuoto.

Un nostro lettore, interessato a prenotare per l’anziana madre, ha provato tutto il giorno, circa trenta telefonate a vuoto. Un sovraccarico di richieste o un probabile disservizio che, considerata la sensibilità del tema, ha generato malumori.

Basterebbe un ripetitore automatico che rinvia a un altro giorno la prenotazione. Del resto è un’occasione per tanti e nessuno vuole perdere la speranza nell’immunità o garantire l’incolumità al virus dei propri anziani genitori.

Siamo comunque certi che l’Asp chiarirà subito e il disservizio sarà presto risolto. Nel contempo suggeriamo ai nostri lettori di inviare una mail all’indirizzo segreteriacup@asp.enna.it indicando nome, cognome, codice fiscale e numero di telefono portatile per eventuali comunicazioni o, in assenza di questo, un numero di telefono fisso.

Nell’occasione giriamo un altro quesito all’Azienda Sanitaria: potranno ricevere il vaccino anche gli anziani allettati?

A ricevere per primi il vaccino saranno 132 ottantenni all’Umberto I e 48 al Basilotta di Nicosia.

 Angela Montalto

error: Content is protected !!