Enna: open day con visite otorinolaringoiatriche gratuite

Salvatore Maira

L’unità operativa complessa di otorinolaringoiatria dell’Ospedale Umberto I di Enna, diretta dal dr. Salvatore Maira, è stata inserita nella lista dei centri di riferimento nazionale aderenti alla “MAKE SENSE CAMPAIGN: Hai la testa a posto?”. Anche quest’anno, infatti, nonostante le risorse sanitarie coinvolte nella lotta alla pandemia, prende il via la campagna europea di sensibilizzazione e screening dei tumori testa-collo promossa dalla EHNS (European Head and Neck Society) e patrocinata in Italia dall’AIOCC (Associazione Italiana Oncologia Cervico-Cefalica).

Tale iniziativa, ormai alla X edizione, prevede il coinvolgimento attivo di oltre 120 centri specialistici ubicati in tutto il territorio nazionale che, nelle date dal 19 al 23 settembre, saranno impegnati a garantire visite otorinolaringoiatriche gratuite per tutti quei pazienti che manifestano una sintomatologia sospetta (dolore alla gola, difficoltà alla deglutizione, alterazioni della voce, difficoltà respiratoria da oltre 3 settimane) e/o presentano fattori di rischio riconosciuti (fumo, alcool, etc).

“Prendere parte alla campagna di prevenzione e diagnosi precoce dei tumori testa-collo rappresenta per il reparto da me diretto motivo di grande responsabilità ed è in linea con l’impegno costante che giornalmente dedichiamo per la diagnosi tempestiva ed il trattamento chirurgico dei pazienti neoplastici – dichiara il dott. Maira, responsabile dell’ UOSD di ORL dell’Umberto I -. Al fine di assicurare un servizio facilmente fruibile da parte dei pazienti del territorio ennese e delle aree limitrofe, abbiamo pensato di organizzare un open day con accesso libero. Sarà, infatti, possibile accedere direttamente alle visite specialistiche oncologiche orl, che si terranno in data il 20 settembre dalle ore 14 alle ore 18 presso il nostro reparto, senza alcuna necessità di preventiva prenotazione. Ci auguriamo – conclude – che questa iniziativa raccolga un gran numero di adesioni e possa diventare un consueto appuntamento annuale. È imperativo diffondere il messaggio che curare il cancro è possibile e che la diagnosi dei tumori cervico-facciali in stadio precoce, oggi, permette di raggiungere un elevato tasso di successo in termini di guarigione”.