Enna: oltre 6 milioni per realizzare il Palazzo della Regione all’ex ospedale

Ex Ospedale Umberto I di Enna
PUBBLICITÀ    

Finanziati dalla Regione i lavori di ristrutturazione del Plesso Chirurgia dell’ex Ospedale Umberto I di Enna, e dei locali annessi, per la realizzazione del Palazzo della Regione, per un importo di euro 6.350.000,00. Ne dà notizia il commissario straordinario dell’Asp di Enna Francesco Iudica.

PUBBLICITÀ    

Si riutilizza, quindi, il Plesso di Chirurgia (plesso “B”) dell’ex Ospedale Umberto I di Enna in Via Trieste, non più utilizzato e in attesa di nuova destinazione da oltre 10 anni, per cui l’Azienda Sanitaria Provinciale si è fatta parte diligente promuovendo un’iniziativa che è stata bene accolta dal Governo della Regione Sicilia.

La struttura potrà ospitare in pianta stabile, in media, dalle 100 alle 150 persone al giorno. L’edificio è composto da 5 piani fuori terra e 2 seminterrati su una superficie complessiva di circa 6.240 mq cosi suddivisa: locali tecnici e seminterrato 400 mq; piano terra 1.300 mq; piano primo 1.150 mq; piano secondo 1.130 mq; piano terzo 1.130 mq; piano quarto 1.130 mq.

Il piano terra, da cui si accede dalla porta principale prospiciente la scala di Scuola Palladiana di nuova realizzazione, sarà destinato ad uffici di Rappresentanza della Regione, con n.1 sala conferenze, n.1 stanza del Presidente con segreteria, n.3 front office, n.1 sala d’attesa e n. 8 uffici (di circa 25 mq cad.), n.1 sala esami, servizi igienici e spazio aperto per esposizioni particolarmente curato.

Le due ali al piano terra con accessi separati saranno destinate a due diversi enti pubblici rispettivamente, con estensione nel piano superiore (piano primo) che è diviso in modo da far corrispondere sullo stesso lato uffici analoghi.

Al piano primo saranno previsti n.15 uffici (di circa 25 mq cad.), n.3 sale riunioni, n.1 archivio, n.1 sala d’attesa, n.2 sale server, servizi igienici e depositi/ripostigli.

I piani secondo, terzo e quarto saranno destinati a uffici per altri tre enti pubblici (uno per ogni piano), non escludendo l’utilizzo, degli stessi, da parte della struttura che si è fatta carico del progetto dell’intervento. La loro distribuzione interna sarà la medesima per piano e comprenderà n.16 uffici (di circa 25 mq cad.), n.3 sale riunioni, n.1 archivio, n.1 sala d’attesa, n.2 sale server, servizi igienici e depositi/ripostigli.

Accanto all’edificio sarà realizzato, nel Plesso di Neurologia (plesso “E”) dell’ex Ospedale Umberto I di Enna, un archivio cartaceo per il quale è stato previsto la realizzazione ex-novo di un impianto antincendio con tecnologia ad aerosol.

Le lavorazioni da eseguire riguardano demolizioni preventive e funzionali e interventi di recupero e di riqualificazione.

“La concessione di un così cospicuo finanziamento – dichiara Iudica – consentirà il recupero urbanistico di uno spazio centrale della città che dalla propria nuova vita trasmetterà vita nuova ad Enna alta. Esso rappresenta, inoltre, un esempio positivo di collaborazione fra istituzioni, in questo caso fra la Regione e i suoi uffici periferici e l’Azienda Sanitaria, che consentirà di dare una sede prestigiosa a uffici oggi costretti ad allocazioni di emergenza e di risparmiare gli affitti che gravano significativamente sul bilancio della Regione. Si compie così un percorso iniziato con una sfida lanciata dal Presidente Musumeci, raccolta dall’Asp che ha redatto il progetto redatto dal nostro ufficio tecnico e che ringrazio – conclude – per l’impegno profuso e il risultato di qualità che spero potrà essere presto ammirato da tutta la città”.

PUBBLICITÀ