Enna: nel weekend le giornate federiciane di luglio

Confartigianato e Settimana Federiciana
PUBBLICITÀ    

Dopo le giornate di maggio, proseguono gli appuntamenti della Settimana europea federiciana, giunta alla sua diciottesima edizione. La città di Enna riscopre la sua anima medievale con un lungo weekend di eventi che da venerdì a domenica radunerà un centinaio di arcieri di arco storico da Sicilia, Marche e Umbria e 300 figuranti da tutta l’Isola.

PUBBLICITÀ    

“Saranno giorni ricchi di impegni e iniziative – spiega Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa – e tutto questo è possibile grazie all’impegno fattivo di diverse forze sociali che credono nel progetto di recupero e valorizzazione del sogno europeo di unità e pace di Federico II”.

Confartigianato Enna esprime il suo impegno per la Settimana europea federiciana con l’ideazione e realizzazione del premio che verrà consegnato domenica prossima al quartiere vincitore del Palio “Federico II”: “Si tratta di uno scudo araldico di ispirazione medievale, con un omaggio al cavallo Baiardo, realizzato in legno, con inserti in plexiglass e placcato oro – spiega Luigi Ricerca, presidente provinciale del settore Comunicazione di Confartigianato Enna e autore dell’opera assieme a Fabio Cocimano – e avremo il piacere di donare anche gli attestati per le squadre del Palio”.

Una collaborazione sostenuta anche da Peter Barreca, presidente provinciale di Confartigianato Imprese, e da Pierpaolo Tirrito, presidente comunale Confartigianato Imprese, che si aggiunge alla realizzazione del cavallo Baiardo, il destriero di legno utilizzato nella prova della giostra del Palio federiciano ennese, costruito e donato alla Settimana europea federiciana da Marco Libertino, sempre sotto l’egida di Confartigianato.

Accanto a Cettina Rosso, in prima linea nelle giornate federiciane di luglio, sono impegnati Giuseppe Castronovo (organizzazione Palio dei quartieri), Maria Renna (coordinamento generale e scuole), Antonio Messina con Bottega culturale Sicilia (direzione artistica delle rievocazioni medievali) e Ivana Antinoro con Officina medievale Enna (coordinamento Gran corteo storico, assieme ad Antonio Messina), Fabio Di Fina e Rosa Maria Merlo (curatori del Mercato dei Crociati). Gli eventi godono del patrocinio del Comune di Enna. E per le giornate federiciane di luglio, è arrivato anche il patrocinio dell’assessorato regionale al Turisimo e allo spettacolo per l’impegno di Bottega culturale Sicilia.

Venerdì l’imperatore Federico II e la sua corte, accompagnati dai tamburi del quartiere U Pupulu, faranno il solenne ingresso dall’antica Porta di Janniscuru alle 18.30. Subito dopo, il corteo storico si sposterà nella chiesa di San Bartolomeo per la benedizione e l’omaggio alla Madonna dell’Indirizzo, alla presenza del parroco don Sebastiano Rossignolo. In chiusura, degustazione di pane cunzatu in collaborazione con il quartiere Fundrisi.

Nel frattempo, a partire dalle 19 alla Torre di Federico si aprirà la decima edizione del Torneo di tiro con l’arco storico “Maria Santissima della Visitazione”, organizzato dalla Compagnia Arcieri del Castello di Enna, guidata da Gaetano Campisi, con la cerimonia di investitura degli arcieri. Le varie sessioni di gara vedono la partecipazione di un centinaio di arcieri che arrivano dalle tre punte dell’Isola, oltre che da diverse località di Marche e Umbria.

Nella stessa serata, alla Villa Torre di Federico aprirà le porte il Mercato storico, a cura di Laberna Aps di Fabio di Fina e Rosa Maria Merlo. Alle 19 prevista la degustazione di benvenuto con idromele e vino alle rose e alle 20.30 spettacolo di fachirismo della compagnia Jaku Fuku. Saranno già visitabili le attrazioni per grandi e piccini taverna dei Crociati, giochi da taverna, tenda dell’oblio (curata dall’Officina medievale), tratto magico, campo del guerriero, rifugio del cacciatore, tiro con l’arco soft, area foto ricordo (con sagome artistiche della gogna e della spada nella roccia).

Sabato via ai giochi dei quartieri storici di Enna, validi per il Palio “Federico II” 2024, organizzati in collaborazione con la Uisp Enna. Si parte alle 18:30 con sfide allestite lungo viale IV Novembre. A contendersi la vittoria tra corsa con la carriola, corsa con i trampoli e finale con cavallo Baiardo saranno i quartieri storici A Chiazza, U Pupulu, U Sarbaturi, I Funnurisi, San Pitru e Beddivirdi.

In piazza Duomo, dalle 18.30 in poi, nel frattempo, con archi e frecce in mano, si disputeranno il quarto Palio degli antichi quartieri e il quarto Trofeo Regnum Siciliae, organizzati dalla Compagnia Arcieri del Castello di Enna. Le premiazioni si terranno a fine gara.

Il Mercato dei Crociati e le attività dell’area medievale, intanto, rimarranno aperte alla Villa Torre di Federico a partire dalle 17:30. Agli stand già allestiti, si aggiungeranno l’Arena dei Templari, il rifugio del cacciatore (curato dall’associazione Artigli del Re), La Storia della Carta (a cura della Cartiera storica Crisa) e Lo Spago animato (area artigianato creativo e oggettistica). Alle 20:30, replica dello spettacolo di fachiri della compagnia Jaku Fuku.

Tra la Torre di Federico e il viale IV Novembre ci saranno spettacoli itineranti, a cura della compagnia Magma e di Officina Medievale Enna. Alle 21.30 alla Torre, concerto di musica medievale e celtica della compagnia dei “Tir Na Nog”.

Domenica saranno gli arcieri a svegliare la città già alle 9, con la disputa del trofeo “Maria Santissima della Visitazione”, giunto alla decima edizione. L’appuntamento è alla Torre di Federico, con bersagli anche in piazza Europa e al chiostro di Montesalvo. La premiazione si terrà a fine gara all’eremo di Montesalvo.

E mentre proseguiranno le attività del Mercato dei Crociati alla Villa Torre di Federico (dalle 10.30 alle 13 e dalle 17.30 alle 22.30) con gli itinerari guidati e le danze storiche dell’Officina medievale Enna e di Bottega culturale Sicilia, alle 18 da piazza Duomo, si darà avvio al Gran corteo storico con la corte di Federico II (impersonato da Antonio Messina), la corte del Castellano di Castrum Johannhi (interpretato da Gaetano Libertino), con la partecipazione di 300 figuranti dei gruppi storici siciliani (radunati da Agira, Piazza Armerina, Buccheri, Randazzo, Santa Lucia del Mela, Casteltermini, Lentini, San Piero Patti), con esibizioni artistiche itineranti, presenza di falconieri, tamburi, trombe e sbandieratori. Il corteo attraverserà la via Roma e il viale IV Novembre e si chiuderà alla Torre di Federico, dove avverrà la consegna delle chiavi della città all’imperatore.

Ai piedi del maniero, in serata, premiazione del quartiere vincitore del Palio federiciano e spettacolo di chiusura della diciottesima edizione della Settimana europea federiciana, con esibizioni di danze, musica e poesie dei gruppi ospiti e l’attesa performance di Nino Scaffidi, artista del fuoco e fachiro che lavora con serpenti, ragni e scorpioni, già apprezzato e acclamato lo scorso anno dal pubblico ennese. A condurre saranno Elisa Di Dio e Mario Vaccaro.

PUBBLICITÀ