Enna: Ludovica Di Gregorio ed Ezio Gargano sono i nuovi “Miss e Mister Moda Sicilia”

Scala della Moda 2024
PUBBLICITÀ    

Ludovica Di Gregorio, 16 anni di Pietraperzia, è la nuova “Miss Moda Sicilia”, mentre Ezio Gargano, 18 anni di Gravina in Puglia, è il nuovo “Mister Moda Sicilia”. Sono loro i vincitori, per la categoria dai 14 ai 32 anni, della quattordicesima edizione de “La Scala della Moda”, il concorso di bellezza internazionale che si è svolto a Enna domenica, organizzato dall’associazione GentediDomani in collaborazione con la Pro Loco e con il patrocinio del Comune.

PUBBLICITÀ    

Queste le altre fasce assegnate dalla giuria: Miss Città di Enna Sofia Mancuso, 14 anni di Enna; Mister Città di Enna Gabriele Scarlata, 20 anni di Enna; Miss delle Miss Alessia Augusto La Paglia, 15 anni di Calascibetta; Mister dei Mister Ezio Gargano, 18 anni di Gravina in Puglia; Miss Avis Giulia Tricarichi, 19 anni di Enna; Mister Avis Gabriele Scarlata, 20 anni di Enna; Miss SuperConveniente Marika La Placa, 21 anni di Villarosa; Miss Confcommercio Andrea Colaleo, 16 anni di Enna; Mister Fotogenia Giovanni Calderone, 30 anni di Carini; Miss Fotogenia Alessia Augusto La Paglia, 15 anni di Calascibetta. Altre fasce sono state assegnate a Azoppardi Zaida, 14 anni di Malta; Serena Sabia, 17 anni di Potenza; Giulia Cassarà, 18 anni di Castellammare del Golfo; Amy Scibarras, 14 anni di Malta.

Nella categoria over, queste le fasce assegnate: Miss Over Senior Giulia Nasello, 39 anni di Enna; Miss Over Junior Fortuna Fratulli, 51 anni di Scordia; Miss Over Lady Daniela Vera Sciacca, 47 anni di Catania.

A Miss e Mister Moda Sicilia, a Miss e Mister Città di Enna e alle Miss Over è andato anche il ricco montepremi di circa cinque mila euro tra titoli, fasce e gioielli.

Numeroso il pubblico presente in una serata all’insegna della moda e della bellezza in Piazza Umberto I, dedicata quest’anno ai temi della pace nel mondo e allo stop ai femminicidi e alla violenza sulle donne, con protagonisti circa cinquanta concorrenti provenienti da tutta Italia e da altre nazioni, tra cui una corposa rappresentanza proveniente da Malta. I partecipanti erano suddivisi nelle categorie Baby & Junior Model Sicilia da 0 a 13 anni, Miss & Mister Moda Sicilia da 14 a 32 anni e Miss Over Moda Sicilia da 33 anni in su. Ospite della serata e presidente della giuria è stata l’attrice e modella Eva Henger.

In apertura di serata, presentata da Ruggero Sardo, ci sono stati i ringraziamenti del patron del concorso e presidente dell’Associazione GentediDomani Giuseppe Pappalardo alle istituzioni, ai partecipanti, ai sostenitori, ai negozianti e, in generale, e a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita dell’evento.

Sul palco sono intervenute poi Janice Chetcuti, membro del Parlamento maltese, che ha ringraziato gli organizzatori per l’ospitalità, e Janise Busuttil della Vipaj Academy di Malta. “Ogni anno è un’emozione diversa – ha detto -. Siamo felici di essere qui”.

A seguire, il monologo sulla pace nel mondo e lo stop alle guerre a cura del Dott. Angelo Grimaldi, vice presidente dell’Associazione GentediDomani, accompagnato dalla proiezione di un video.

I primi a scendere in passerella sono stati i più piccoli sulle note di “We are the world”. La Scala della Moda valorizza particolarmente i giovani: sul palco si sono esibite, infatti, le giovanissime Ginevra Maria Di Gregorio con una performance di danza, e la cantante Greta Andolina.

Successivamente, ha avuto inizio il concorso con le sfilate dei più piccoli delle categorie Baby & Junior Model Sicilia.

Martina Ferrante, Miss Moda Sicilia nel 2018, è intervenuta leggendo un suo pensiero sulle difficoltà e le ansie che possono vivere i giovani, ma con una connotazione positiva di rinascita. Lo stilista maltese Gaetano Busuttil ha presentato la sua nuova collezione di moda per tutte le età e taglie. Il negozio di Enna Ga & Lu kids ha, invece, curato un momento moda sulle note di “Imagine” corredato da un messaggio di pace.

Nella categoria Junior, i primi posti per le Miss sono andati a Kayleigh Cassar Mizzi, 11 anni di Malta, e a Shezmea Fenech, 12 anni di Malta. Tra i Mister, il primo posto è stato assegnato ad Emanuele Tabita, 13 anni di Enna. Per la categoria Baby, i primi posti sono andati a Maria Caterina Spinache, 7 anni di Ragusa, e Mohamed Sisse, 4 anni di Calascibetta.

Il secondo monologo di Angelo Grimaldi è stato dedicato alla lotta contro i femminicidi, seguito da una sfilata di tutte le miss finaliste per dire no alla violenza sulle donne.

Ludovica Di Gregorio ed Ezio Gargano

Ludovica Di Gregorio ed Ezio Gargano

Presenti anche i vincitori del 2023 Krista Debono, Maria Antonietta Pantò e Davide Costantino. Si è svolta poi la gara delle categorie Miss & Mister Moda Sicilia e Miss Over Moda Sicilia, con uscite in costume e in abito elegante.

Durante la serata anche una sfilata con oggetti del negozio Élite Interior Objects e un intervento dell’Avis con un appello alla donazione del sangue a cura di Maria Elena Spalletta e Fabio Fazzi. Hanno concluso le sfilate “Pupidda Store” e gli abiti da sposa “Amarè”.

Tra gli ospiti che si sono esibiti sul palco anche Roberta Pennisi con il suo spettacolo di burlesque e performance di fuoco, il gruppo Renegade Crew e la cantante ennese Maria Rita Speciale.

Il concorso, come sempre, ha consentito ad alcuni finalisti di essere selezionati per altri prestigiosi concorsi nazionali. E, infatti, numerosi concorrenti sono stati selezionati per “Ragazze Speciali Fashion Group” di Andrea Giannetto, presente alla serata, “The Best Model of Universe” e Gea Agency di Giusy Spinale.

“Ringrazio Enna”, ha detto il direttore artistico del concorso Joselito Pappalardo, che ha invitato a salire sul palco anche il direttivo che ha organizzato nelle scorse settimane il primo Pride ad Enna lanciando, quindi, anche dalla Scala della Moda un messaggio di inclusione e integrazione.

Va in archivio, quindi, una bella serata di moda, bellezza e spettacolo, ma anche messaggi sociali importanti che confermano come il palco della Scala della Moda sia sempre di più un punto di riferimento per promuovere non solo il talento dei concorrenti, ma anche valori di inclusione, pace e rispetto.

PUBBLICITÀ