Enna: le iniziative di Bottega Culturale in occasione della Settimana Santa

L'archeologo Antonio Messina
PUBBLICITÀ    

Anche quest’anno, in occasione dei riti pasquali ennesi, la Cooperativa Bottega Culturale – isole dell’entroterra siciliano ha programmato un insieme di iniziative volte alla riscoperta di fede e tradizione attraverso la contemporaneità, grazie al patrocinio del Comune.

PUBBLICITÀ  

I giovani professionisti di Bottega Culturale, già attivi sul territorio in occasione del Le Vie dei Tesori e di altre manifestazioni di richiamo, guideranno i fruitori presso gli spazi espositivi della città, come quelli di Palazzo Chiaramonte e del Museo immersivo delle Confraternite, aperti tutti i giorni e in via straordinaria anche la notte del Giovedì Santo.

Da non perdere due importanti appuntamenti che caratterizzeranno la giornata di mercoledì. Dalle ore 9.00 alle ore 14.00, infatti, in Piazza Umberto I si celebrerà il primo anno di fondazione del Museo delle Confraternite attraverso uno speciale annullo filatelico, a cura di Bottega Culturale in collaborazione con Poste Italiane e con il patrocinio del Comune. Per l’occasione è stata realizzata una cartolina celebrativa a tiratura limitata, prodotta artigianalmente dalla giovane cartiera Crisa, di Leonforte, mentre il timbro postale che ricorderà l’evento riproduce la Spina Santa, fulcro dei riti del Venerdì Santo, un tempo custodita proprio dai padri cappuccini dove oggi sorge il museo.

Sempre Mercoledì Santo, con il fine di avvicinare i giovani alla cultura e alla tradizione, la chiesa dei Cappuccini ospiterà la performance di musica e proiezioni “Kryos”, ideata da MiDiLe e Pixel Shapes, nel corso della quale interverranno le tradizionali lamentanze, con il gruppo dei cantori “Popolo meo” di Assoro. L’esibizione è dedicata ai cambiamenti climatici in corso, stimolando il fruitore alla cura del creato: il lamento della terra si fonderà con lo scioglimento dei ghiacciai, portando ad una riflessione profonda per mezzo dell’arte e della musica tradizionale e contemporanea.

“La nostra realtà – spiega il presidente Antonio Messina – si identifica di anno in anno come un importante presidio culturale per la città e per il territorio, dove giovani professionisti hanno deciso di scommettersi con le proprie competenze e di collaborare con le istituzioni locali. I riti pasquali sono un’occasione per riproporre la tradizione attraverso linguaggi culturali nuovi e vicini alle nuove generazioni, desiderose della trasmissione di gesti e valori che abbiano un riscontro concreto nella quotidianità, dove è imprescindibile il confronto continuo con la storia, con chi ci ha preceduto”.

Per tutte le informazioni sulla città, sui riti e sugli eventi della Settimana Santa i giovani di Bottega Culturale Sicilia saranno a disposizione presso l’Infopoint di Piazza Umberto I (Teatro Neglia), aperto tutti i giorni sino a domenica 31 marzo dalle ore 10.00 alle ore 19.00.

PUBBLICITÀ