Enna: inaugurata a Pergusa la “Scala della Legalità”

La Scala della Legalità

Si è tenuta ieri, presso la piazzola di via Ovidio a Pergusa, l’inaugurazione della “Scala della Legalità” a cura dell’associazione Il Solco con il patrocinio del Comune di Enna. L’iniziativa è stata ideata in occasione del trentennale delle vittime delle stragi di Capaci e Via D’Amelio.

“La scala rappresenta un modo per ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie – comunica il presidente dell’associazione Salvatore Astorina – ma vuole anche spronarci ad un impegno sociale e civile che deve partire da ciascuno di noi e, come istituzione educativa, non possiamo non suscitare un momento di profonda riflessione che sensibilizzi i nostri giovani ad una cultura della legalità”.

“Ogni giorno i nostri concittadini – spiega Astorina – percorreranno i gradini sui quali sono impressi i nomi di coloro che hanno sacrificato la propria vita per la collettività. Ogni gradino consegna una storia di vita alla quale agganciarsi per non smarrire mai la direzione, i loro sogni devono camminare sulle nostre gambe per essere cittadini più veri e coraggiosi che ogni giorno coltivano con lo studio, la passione e la dedizione il bene comune”.

“L’auspicio – prosegue Astorina – è che giorno dopo giorno nei nostri giovani possa rinnovarsi quel senso di cittadinanza che li renderà degli adulti retti, consapevoli e cultori della legalità”.

Alla cerimonia di inaugurazione, moderata da Omar Vellari, hanno presenziato il Questore Corrado Basile, la direttrice dell’Istituto Penitenziario di Enna Dott.ssa Di Franco, rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dell’amministrazione comunale. Hanno portato le loro testimonianze Monica Scifo (figlia di Patrizio Scifo), Irene Valenti (sorella di Elisa Valenti), Salvatore Di Lavore (fratello di Giuseppe Di Lavore) e Paolo Bodenza (fratello di Luigi Bodenza).

“La presenza delle autorità – conclude Astorina – ha certamente dato risalto all’iniziativa, ma allo stesso tempo vuole dare un messaggio molto chiaro ai nostri giovani sull’importanza di commemorare coloro che hanno combattuto per migliorare sempre più il posto in cui viviamo”.

L’associazione Il Solco ringrazia per la collaborazione la referente Libera Enna Margherita Lazzara, la Uisp con l’intervento di Angela Riccobene, Spi Cgil, l’Avis ed Oriana Facchinetti che ha realizzato la scala.