Enna: grande successo per la giornata di predonazioni dell’AVIS

La giornata di promozione dell'Avis

Sono state circa quaranta le persone, la maggior parte età compresa tra i diciotto e i venticinque anni, che durante la giornata di promozione organizzata dall’Avis di Enna, grazie al supporto del Centro trasfusionale dell’Umberto I, hanno effettuato all’interno dell’autoemoteca dell’ASP, la predonazione che li porterà a diventare donatori di sangue.

La manifestazione “Save the date…Save the life”, realizzata ieri in via Salvatore Mazza, con la collaborazione delle associazioni universitarie Kampus, Confederazione degli Studenti e Koinè che hanno raccolto tra i loro iscritti molti aspiranti donatori, è il risultato di quanto i ragazzi sentano loro i valori dell’altruismo e della solidarietà.

Ancora una volta l’Università Kore ha risposto con entusiasmo alle attività realizzate dall’Avis che ringrazia il presidente Cataldo Salerno per la disponibilità.

“È un risultato – dichiara Angelo Perri, presidente dell’Avis di Enna – molto importante quello raggiunto durante questa giornata. Eravamo certi che i ragazzi avrebbero accolto il nostro appello ad unirsi alla fantastica famiglia dei donatori di sangue”.

È il gioco di squadra la vera forza dell’Avis. Lo sanno bene Greta, Alessia, Martina e Alisea, giovani e grintose volontarie che, ogni giorno, dedicano il loro tempo all’associazione e con il loro entusiasmo, le loro idee e, soprattutto, con il loro altruismo, contribuiscono a farla crescere e di conseguenza a salvare la vita di molte persone. I loro sorrisi hanno accompagnato, durante la manifestazione, tutti i giovani che, come loro hanno scelto di stare accanto a chi lotta ogni giorno per sopravvivere e per farlo aspetta una trasfusione di sangue.

“Vogliamo rivolgere un grazie particolare – sottolineano dall’associazione – al dott. Angelo Contrino per la professionalità messa a disposizione di tutti gli aspiranti donatori ed il dott. Francesco Spedale per il continuo supporto nei confronti della nostra associazione. Grazie anche – continuano gli avisini – all’amica Rita Nicosia, che risponde sempre con entusiasmo ai nostri inviti e mette sempre a servizio dell’Avis la sua esperienza di infermiera. Grazie anche ai ragazzi del Sud che, oltre ad essere tra i primi ad aver effettuato la predonazione, si sono messi a disposizione dei nostri volontari fornendo un supporto logistico utile alla buona riuscita della manifestazione. Grazie anche al Sindaco di Enna Maurizio Dipietro”.