Enna: giornalisti denunciati da Rugolo, il pm ha richiesto nuovamente l’archiviazione

Il tribunale di Enna
PUBBLICITÀ    

Udienza ieri mattina davanti al Gip del Tribunale di Enna, Ornella Zelia Futura Maimone, per i due giornalisti Filippo Occhino e Pierelisa Rizzo, denunciati da Giuseppe Rugolo per diffamazione e diffusione di atti procedurali. Il sacerdote è stato condannato lo scorso mese di marzo in primo grado a 4 anni e sei mesi per violenza sessuale aggravata su minori. La Procura aveva archiviato la denuncia di Rugolo perché ritenuta infondata, ma i legali del prete hanno presentato opposizione.

PUBBLICITÀ    

In aula il legale di Rugolo, assente, è stato sostituito da un avvocato del Foro di Enna, Alessandro Manno, mentre i giornalisti erano rappresentati dall’avvocato Eleanna Parasiliti Molica, Pierelisa Rizzo anche dall’avvocato Giovanni Di Giovanni del Foro di Caltanissetta.

Il pm Michele Benintende ha reiterato la richiesta di archiviazione alla quale si sono associati gli avvocati dei due giornalisti.

L’avvocato Parasiliti Molica ha prodotto la recente ordinanza di archiviazione del Gip del Tribunale di Savona che riguardava il presidente di Rete l’Abuso Francesco Zanardi, denunciato anche lui per diffamazione e diffusione di atti procedurali. Ha poi messo in evidenza come nella richiesta di opposizione siano citati alcuni nomi di persone che nulla centrano con i due articoli per i quali è stata presentata la denuncia, pubblicati su Enna Live e Sant’Anna Today.

L’avvocato Di Giovanni ha sottolineato come Rugolo non avesse i titoli per denunciare considerato il fatto che la vicenda oggetto di denuncia riguardava principalmente il vescovo Rosario Gisana e non il sacerdote.

Ora si attende la decisione del Gip.

PUBBLICITÀ