Enna: disabili ignorati, non ancora attivati gli assistenti alla comunicazione nelle scuole

Disabilità

Ancora una volta i disabili passano in sottordine venendo ignorati. Sarebbe, difatti, grave, stando alle nostre fonti, la responsabilità dell’ex Provincia che risulterebbe non aver ancora attivato nelle scuole, per il nuovo anno scolastico, la figura dell’Assistente per l’Autonomia e la Comunicazione (acronimo ASACOM), ovvero il personale specializzato che affianca l’insegnante di sostegno. È una figura di grande supporto per gli alunni con disabilità. Svolge il delicato ruolo di connessione tra gli attori della classe scolastica, quindi è fondamentale nel consentire e supportare il regolare rapporto relazionale fra gli alunni disabili, gli insegnanti e i compagni.

Sembrerebbe che ad oggi tale importante figura non sia stata ancora attivata dall’ex Provincia che ne ha competenza e non se ne capisce il perché. Si ipotizza che i fondi previsti non siano stati ancora erogati dalla Regione ma anche che gli stessi siano stati erogati dalla Regione medesima ma non siano stati ancora impegnati dal Libero Consorzio.

Abbiamo raccolto l’accorato appello di alcuni genitori indignati e fra questi il dottore Marco Milazzo, presidente dell’associazione “Vita 21” che lo ha anche diffuso sui social e lo abbiamo fatto nostro, auspicando che si faccia presto chiarezza in merito e che la figura dell’Asacom sia presto attivata per l’anno scolastico in corso, ricordando, sebbene si utilizzi una frase fatta, che il grado di civiltà di ogni popolo si misura in base al livello di attenzione che lo stesso presta verso le fasce sociali più fragili.

Ovviamente, rimaniamo a disposizione del Libero Consorzio, nel caso in cui, chi lo gestisce volesse chiarire il perché di quello che ad oggi, in buona fede, desideriamo considerare soltanto uno spiacevole incidente di percorso dovuto a carenze organizzative e giammai ad una precisa volontà di trascurare l’attivazione della figura dell’Asacom per l’anno scolastico 2022/2023 nelle scuole dove è prevista.

Mario Antonio Pagaria