Enna: classe in quarantena anche alla Neglia-Savarese

Anche all’istituto Neglia-Savarese una classe messa in quarantena, è infatti risultato positivo un alunno di terza elementare. Oggi sarà ripetuto il tampone per accertare l’autenticità del primo risultato. In via precauzionale rimangono a casa i compagnetti, che dovranno fare a loro volta i test. Negativi invece entrambi i genitori del piccolo e il fratellino maggiore. L’Asp ha avviato il protocollo per tracciare la linea di contagi, contattando le persone che sono state con il bambino nelle scorse 48 ore. Il piccolo sta bene ed è assolutamente asintomatico, come hanno confermato stamane dall’Usca visitandolo. Anche in questo caso non era stato un malessere a far emergere la positività al virus, il piccolo doveva sottoporsi a un intervento programmato e l’ospedale prima di ricoverare effettua per prassi il tampone che è poi risultato positivo. Si attende adesso l’esito del secondo, di controllo. La preside dell’Istututo Neglia, informata dei fatti, ha prontamente comunicato l’accaduto ai genitori dei compagni, informandoli anche sulla prassi. Già dall’inizio dell’anno la scuola aveva effettuato ogni adempimento per rendere sicuri gli ambienti per gli studenti, individuando, come negli altri istituti, dei coordinatori che si occupassero delle norme anti-Covid. Purtroppo anche nell’ennese le scuole si trovano a fare i conti con il fenomeno degli asintomatici. Per giunta – come il virologo Bruno Cacopardo ha dichiarato – il virus adesso circola all’interno dei nuclei familiari per questo bisogna mantenere alta l’attenzione e rispettare le regole.

La preside Marinella Adamo, interpellata sulla vicenda ha dichiarato: “Purtroppo il Covid è tra noi e dovremo conviverci. La scuola, grazie alle misure di prevenzione adottate, risulta essere un posto sicuro per i nostri bambini e ragazzi. Mi preoccupano molto di più i contatti che i ragazzi hanno tra pari al di fuori dell’orario scolastico”. Ha in oltre voluto chiarire il protocollo che in questi casi viene avviato: “la procedura che viene seguita in caso di segnalazione covid è la seguente: nel momento in cui il dirigente è messo a conoscenza di un caso a rischio covid si attiva in via preventiva il protocollo di contenimento che consiste nella sospensione delle lezioni in presenza per gli alunni della classe in questione, il controllo tramite test dei docenti entrati in contatto con la classe e la sanificazione degli spazi. Esattamente ciò che stiamo mettendo in atto per un caso presunto in una classe di scuola primaria”. E conclude: “Confidiamo nella collaborazione delle famiglie con le quali vige un rapporto di fiducia reciproca. Sarà nostra cura informare tempestivamente gli interessati sull’evoluzione di questo caso che, speriamo, resti isolato”.

Angela Montalto