Enna: Associazione Lama, riprendono le accoglienze dei bambini bosniaci

Michele Sabatino

La perseveranza di credere più che ad un progetto ma una bella storia che va avanti da oltre 25 anni è stata premiata. Dopo 2 anni di fermo a causa della pandemia, l’associazione regionale di volontariato Ong Luciano Lama rimette in modo la “macchina” delle accoglienze di bambini bosniaci sin dal mese di giugno. L’ultima accoglienza in ordine di tempo nel dicembre del 2019. Il prossimo 23 giugno i pullman dell’associazione partiranno alla volta della Bosnia Erzegovina dove andranno a prendere poco meno di un centinaio di bambini provenienti da diverse città della Bosnia Erzegovina come Banja Luka, Zenica, Sarajevo e Mostar e da centri di accoglienza per bambini disagiati, che saranno poi ospitati famiglie sia siciliane ma anche sarde, molisane campane, del Lazio e Lombardia.

PUBBLICITÀ

Indubbiamente i numeri non sono quelli a cui erano abituati in casa Luciano Lama. Ma arrivare a quelli attuali considerando che si riparte praticamente da zero è un importantissimo risultato che fa guardare al futuro con ottimismo. I bambini rimarranno nelle famiglie ospitanti fino ai primi giorni del mese di agosto.

“Continua la nostra attività di solidarietà anche in Bosnia con i bambini e le famiglie – commenta il presidente dell’Associazione Luciano Lama Ong Michele Sabatino – è chiaro che ormai rappresenta una delle tanti attività dell’associazione, ma purtuttavia è per noi un grande piacere e una splendida soddisfazione continuare in questo genere di progettualità e di accoglienza”.