Enna, Ance: “Regione cronicamente in ritardo coi pagamenti. Imprese in sofferenza”

Debole e Burgarello
PUBBLICITÀ    

“Da mesi accertiamo che molte imprese che sono aggiudicatarie di lavori pubblici nei Comuni siciliani non riescono a ricevere i pagamenti per i SAL accertati per la mancata assegnazione di risorse da parte dei diversi Assessorati della Regione. E’ una situazione insostenibile che inevitabilmente si ripercuote sulla salute finanziaria delle aziende e sui tempi di completamento dei lavori”. Così la presidente ennese dell’Ance Sabrina Burgarello.

PUBBLICITÀ    

“Tutti riescono a comprendere agevolmente che se le imprese non ricevono quanto spettante per i lavori che eseguono gli effetti sono nefasti per tutti, lavoratori, fornitori oltre che per le imprese stesse che faticano a dare adempimento ai carichi fiscali e contributivi. In Cassa Edile registriamo sempre più casi di imprese che non riescono a versare i contributi dovuti a causa dei ritardi nei pagamenti” così Gaetano Debole, presidente della Cassa Edile ANCE-Sindacati.

“Se a questo sommiamo il credit crunch che si registra nell’accesso al credito bancario che solo nel primo trimestre segna un meno 7,4% di finanziamenti concessi alle imprese, ci si rende conto di come una inefficienza cronica della Regione sia ormai inaccettabile. Chiediamo che la Regione si determini ad adottare un sistema di gestione dei flussi finanziari delle opere pubbliche degno di un paese normale” chiosa la Burgarello.

PUBBLICITÀ