Calascibetta: definito cronoprogramma per sistemare la strada che conduce al santuario di San Giuseppe a Cacchiamo

Nicastro e Di Fazio
PUBBLICITÀ    

Buone notizie per i parrocchiani della chiesa di San Giuseppe di Cacchiamo. Il commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Enna, Girolamo Di Fazio, ha ricevuto ieri mattina il parroco Maurizio Nicastro, accompagnato dall’ingegnere Santo Cavaleri della società di progettazione Ingegna di Nicosia, per comunicargli lo stato dell’arte del progetto che riguarda la sistemazione delle strade provinciali 32 e 46. La questione era stata già posta dal parroco al commissario che nell’accogliere la sollecitazione ha provveduto, per il tramite dell’ufficio tecnico, a far reperire i fondi e a predisporne la progettazione.

PUBBLICITÀ  

Durante il colloquio l’ingegnere capo, Giuseppe Grasso, presente all’incontro assieme al responsabile unico del procedimento, il geometra Salvatore Ragonese, e al supporto al Rup, Giuseppe Trovato, ha annunciato che il progetto di manutenzione sarà cantierabile già a giugno.

“Abbiamo già un cronoprogramma – ha comunicato l’ingegnere Grasso- che ci consentirà di portare i lavori in gara il prossimo aprile, cantierali il mese successivo e concluderli entro quattro mesi”.

Gli interventi previsti nel progetto riguarderanno 13 chilometri di strada dove si provvederà al rifacimento del piano stradale oltre che alla sistemazione della segnaletica verticale e orizzontale e avranno un costo di 1 milione e 519 mila euro finanziato con fondi del Ministero.

“Il progetto è stato pienamente condiviso dal parroco – ha dichiarato Di Fazio – che si è fatto portavoce della sua comunità per una problematica che in uno spirito di collaborazione reciproco siamo riusciti a risolvere. I parrocchiani potranno così raggiungere in sicurezza la loro chiesa”.

PUBBLICITÀ