Assoro: Adriano Licata nominato commissario del Pd

Adriano Licata
PUBBLICITÀ    

Un commissario al Pd di Assoro: si tratta del vice sindaco, nonché segretario del circolo di Leonforte Adriano Licata, al quale la segretaria provinciale Katya Rapè ha affidato l’incarico, secondo quanto previsto dallo statuto del partito. A Licata tocca adesso di garantire la ricostruzione organizzativa, politica e di direzione della sezione assorina, con l’obiettivo di programmare, possibilmente in tempi brevi, il congresso del circolo per l’elezione dei nuovi organismi dirigenti.

PUBBLICITÀ    

“La decisione di commissariare Assoro – si legge nel comunicato stampa del Pd – è stata inevitabile visto che la sede da anni vive una situazione di forte conflittualità a causa di divergenze politiche relative alla gestione del personale della SRR tra il sindaco Licciardo, che è anche presidente della Società che gestisce i rifiuti, e la dirigenza ennese del Partito Democratico”.

“A farne le spese – prosegue il comunicato – sono stati tanti militanti assorini, sostenitori di Licciardo, che da un giorno all’altro hanno visto il loro concittadino consegnare la tessera del Pd ed è stato di conseguenza escluso da tutti gli organismi del partito”.

Nella nota si legge anche che ”la ricandidatura di Licciardo a sindaco è stata sostenuta solo da una parte del circolo di Assoro” e se è stato rieletto ciò è avvenuto “anche grazie al sostegno dell’on. Venezia”.

“Sin dal mio insediamento – dichiara la segretaria Rapè – ho sostenuto che bisognava lavorare per ricreare un clima di serenità nella comunità assorina facendo prevalere il buon senso e il dialogo. In questa direzione va la nomina di Adriano Licata. A lui riconosciamo la capacità e l’esperienza politica per ricomporre il quadro ad Assoro”.

“Mi è stato affidato il compito di avviare, nei modi e ne tempi previsti dallo statuto, un percorso condiviso per ripristinare gli organismi dirigenti del circolo – dichiara il neo commissario Licata -. Al contempo lavorerò assiduamente, avvalendomi della collaborazione e del supporto di tutti, affinché il partito torni ad avere organismi sani e un gruppo dirigente unito”.

PUBBLICITÀ