Enna: ufficializzati nascita e ruolo istituzionale della Sicilian Wheat Bank Spa

Oggi ad Enna, presso il Federico II Palace Hotel, è stato presentato pubblicamente l’ambizioso progetto finanziario ed imprenditoriale “targato Made in Sicily”: quello della “Banca del Grano”.
A sottolineare l’importanza dell’evento la presenza in sala di autorevoli esponenti del Ministero delle Politiche Agricole, dell’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, di diverse Amministrazioni Comunali, delle Associazioni di Categoria Agricola, delle Associazioni degli Industriali, del mondo Accademico e della Ricerca, di diversi Istituti di Credito, oltre, ovviamente, a svariate Aziende Agricole, Ditte Sementiere, Centri di Stoccaggio, Industrie di prima e seconda trasformazione, Fornitori di mezzi tecnici e di servizi, Professionisti e Tecnici provenienti da tutto il territorio regionale.
All’appuntamento, ovviamente, non potevano mancare gli Investitori privati, che stanno, di fatto, finanziando la nascita della Sicilian Wheat Bank Spa, i componenti del Comitato Promotore ed il Consiglio Operativo che andrà ad affiancare Sandro Puglisi in questa straordinaria impresa: “Far scendere il “Capitale” al fianco della “Produzione Agricola Primaria” per innescare un virtuosismo che mira a ridare dignità al Grano Duro.
A tal proposito, è stato chiarito che la nascente Banca del Grano, nello svolgimento della propria attività, non vuole in alcun modo sostituirsi in quel ruolo di “garanzia” che è proprio delle Pubbliche Istituzioni, auspicando in tal senso, la discesa in campo a sostegno di questa straordinaria iniziativa, sia della CRIAS che della Cassa Depositi e Prestiti. Diversamente, anticipa Puglisi “sono già molteplici gli Istituti di Credito pronti a costituire appositi fondi di investimento finalizzati a garantire il funzionamento della stessa Banca del Grano”.
Nel medesimo tempo, è stata richiesta alle Autorità presenti in sala, la predisposizione di appositi tavoli di discussione alla luce dell’introduzione di questo nuovo modello di business e ciò anche in vista della prossima attività di programmazione che vede impegnata l’Amministrazione nella definizione dei Piani di Sviluppo Rurale e delle svariate politiche di sostegno alle attività connesse con il territorio.
“La Banca del Grano – continua Puglisi – è un progetto “inclusivo”, non “esclusivo”, nel senso che mira a coinvolgere quanta più gente possibile ed in particolare tutti coloro i quali hanno in qualche modo a cuore il Grano Duro”.
Il prossimo appuntamento, quindi, programmato per il 13 Dicembre, è la data prescelta per la costituzione della Sicilian Wheat Bank Spa, la prima delle tre start-up che andranno a costituire la “Banca del Grano”.
Seguiranno la costituzione di P.L.INT. Spa (Piattaforma Logistica Intermodale – ovvero la rete logistica che si occuperà della raccolta e dello stivaggio del grano duro), programmata per il 15 Marzo 2020 e la costituzione di I.N.C.R.E.A S.p.a (Istituto Nazionale di Intermediazione per il Credito Agricolo – ovvero la struttura che consentirà di interconnettere i risparmiatori con i produttori) programmata per il 22 Aprile 2020.
La piena operatività, lo ricordiamo, è prevista per Giugno 2020.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com