Enna: due eventi nel weekend al Garage Arts Platform

Trecentonovanta giorni fa è nato il garage, dopo una gestazione molto più lunga dei nove mesi canonici.
Per questo motivo i membri l’associazione sono felici di aver superato il primo anno di vita “illesi” e invitano a due serate nel proprio spazio, venerdì 4 e sabato 5 ottobre.
In esposizione una selezione di opere che hanno segnato il primo anno di vita dell’associazione, da tre mostre di gruppo: Nebbia, Setaccio, Abitare, più una citazione da “Vestito Bianco”, con opere, installazioni e performance di Emma Adler, Noemi Alessandra, Giuliana Baldi, Francesco Battipaglia, Caroline Böttcher, Francesco Cammarata, Michele Di Leonardo, Mirjam Dorsch, Pauline Faucheur, Massimiliano Germano aka Ger-MANO, Katharina Kamph, Mareike Jacobi, Filippo La Martina, Arianna Lentini, Rosario Manusé, Giovanni Magaglio, Antoanetta Marinov, Mario Margani, Andrea Nicolò, Simone Scarpello aka Pixel Shapes, Gesualdo Prestipino, Psihoterapjia, Fabio Romano, Jonas Johannes Schmitt, Marta Trovato, Greta Vetri, Moreen Vogel, Joshua Zielinski.
“Nebbia” fu la prima mostra presentata presso gli spazi dell’associazione a settembre 2018, con tema principale la paesana, invitando a partecipare e riflettere sul tema 26 artisti ennesi, siciliani, italiani e internazionali.
“Setaccio” è stata presentata nel luglio 2019 in via Roma alta nel centro storico di Enna, in concomitanza con RicominciAMO3, festa del quartiere di San Tommaso. 15 artisti da tutta Italia hanno portato con la loro effervescenza una ventata di aria fresca su temi, tabù, tradizioni, abitudini locali e non solo, e sull’attualità più cogente.
“Abitare” è stata l’ultima mostra presentata in ordine cronologico, ma la prima realizzata nella casa-museo dell’artista e scultore Gesualdo Prestipino a Pergusa in collaborazione con l’associazione “I Caminanti”. Per l’occasione cinque artisti sono stati invitati a interpretare il luogo, le creazioni e la poetica di Prestipino e a focalizzarsi sulle qualità dell’abitare nel contesto naturalistico, mitico e artistico del Lago di Pergusa.
Inoltre, durante il primo anno di attività il garage ha ospitato residenze d’artista legate al teatro, alle arti visive e alla musica. Il garage ha portato tra maggio e giugno 2019 con 16 proiezioni per la prima volta a Enna e in Sicilia la rassegna cinematografica “Mondovisioni – I Documentari di Internazionale”.
Oltre a sviluppare i propri progetti espositivi, quali, oltre alle tre mostre già citate, anche la personale di Noemi Alessandra, il garage ha collaborato alla realizzazione di altri eventi in esterna: la giornata di festa e arte “Funnureasy”, nel quartiere di Fundrisi a Enna nel luglio scorso; il programma di mostre e conferenze “In & Outsider Art Noto” – tutt’ora in corso – e il festival di arte multimediale “Fotonica”, anch’esso tenutosi a Noto lo scorso settembre.
Dall’11 al 20 ottobre il garage è stato invitato a organizzare e curare una mostra all’interno di spazi non convenzionali nel quartiere della Kalsa a Palermo. La mostra “Insula” sarà parte del programma di “Dintorni – Luoghi Circostanti per l’Arte”, nata dall’esperienza decennale di “Una Marina di Libri”, organizzata dal Consorzio Piazza Marina e Dintorni, ideata da Nicola Bravo e Giuseppe Veniero, sotto la direzione artistica di Francesco Piazza.
Nove curatori e collettivi curatoriali, il garage tra questi, sono stati invitati da tutta la Sicilia per ravvivare alcuni degli spazi del centro storico di Palermo con mostre, presentazioni, performance e proiezioni legate al significato e ruolo dell’essere isola oggi, a partire dalla celebre frase parte delle meditazioni di John Donne “Nessun uomo è un isola”.
Su questa via il garage si prefigge di diventare sempre di più una piattaforma dove artisti da
qualsiasi ambito possano mettersi in gioco e provare a sviluppare, condividere e sperimentare una propria visione, senza preoccupazioni eccessive legate al risultato, al successo o al fallimento.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com