Enna: bilancio consuntivo, M5S “L’amministrazione Dipietro ha toccato i livelli più bassi della politica”

Il gruppo consiliare del M5S ritorna sulla questione dell’approvazione del bilancio consuntivo.
Qui di seguito la nota stampa giunta in redazione.
“Il giochetto della Giunta Dipietro oggi è definitivamente finito, smascherato una volta per tutte dal Collegio dei Revisori dei Conti che, in II Commissione, ha espressamente affermato di non poter rilasciare il parere al Bilancio consuntivo entro la fine di questa settimana, a causa dei tempi in cui sono stati consegnati determinati atti e della corposa documentazione che, non solo non può essere giudicata in pochissimi giorni, ma anzi richiederebbe tutti i venti giorni previsti per legge.
Quindi, l’esatto contrario di quanto aveva affermato l’assessore al Bilancio in Commissione capigruppo e in II commissione e cioè che il parere dei revisori era appena giunto al protocollo. Inoltre i revisori hanno sottolineato che eventuali emendamenti presentati in Aula da parte della Giunta sul fabbisogno del personale, richiederebbero ulteriore tempo per i necessari pareri.
Era chiaro sin dall’inizio che si trattava dell’ennesima sceneggiata della maggioranza, forse tra le più ingegnose finora messe in atto: insistere sulla scelta della data del 12 agosto, pur sapendo dell’assenza delle opposizioni, per poter addebitare ad esse il ritardo dell’approvazione del Consuntivo, consapevoli che per quei giorni sarebbe stato impossibile, come ormai confermato da più parti, nonostante i nostri solleciti e la nostra disponibilità.
Abbiamo assistito ad una delle pagine più pietose dell’Amministrazione Dipietro che ormai, tuttavia, per noi è diventata prevedibile.
Inoltre, è giusto sottolineare che anche oggi si è lavorato in II commissione per accellare l’iter del bilancio, ma gli unici assenti erano proprio gli esponenti della maggioranza.
Sarebbe quantomeno opportuno, quindi, da parte loro evitare speculazioni elettorali sulla pelle delle famiglie e a presentare gli eventuali emendamenti entro la settimana e non in Aula per agevolare il lavoro dei revisori, del Consiglio comunale e poter garantire tempi brevi e trasparenza.
Ai precari del Comune non possiamo che ribadire tutto il nostro sostegno e la nostra disponibilità, ma dicendo il vero e non trattandoli come merce. Siamo noi a scusarci con loro per la vile strumentalizzazione di cui sono stati oggetto a causa dell’Amministrazione Dipietro, che questa volta ha toccato i livelli più bassi della politica.
Cinzia Amato
Davide Solfato”

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com